CdQ La Rustica

Tutti Gli Articoli

Inquinamento ambientale - Lo stabilimento Basf (ex Engelhard) di Case Rosse

Il Comitati di Quartiere è stato recentemente contattato dai Comitati della Tiburtina , in merito  ala vicenda dell’inceneritore della BASF (ex Engelhard) sito in località Case Rosse, quindi molto vicino al nostro Quartiere. Vista dal satellite del territorio

Lo stabilimento della Engelhard (foto) è stato costruito nel 1956, quando la zona est di Roma era scarsamente popolata, ma già allora non avrebbe potuto operare, visto la grande quantità di sostanze tossiche che vengono trattate.  L’elemento maggiormente inquinante è costituito dalla presenza di un inceneritore per la combustione di rifiuti pericoloso, finalizzati al recupero di metalli preziosi; parliamo di un qualcosa come 1700 tonnellate anno, come dalle ultime autorizzazioni accordate allo stabilimento.

Sempre più di frequente, specie dagli anni 90 in poi, in tutta la zona si percepiscono odori sgradevoli e sostanze che provocano irritazioni alle mucose.

La Rustica non è distante dallo stabilimento e spesso , in particolar modo in determinate condizioni meteorologiche, si avvertono odori acri di prodotti di combustione, dei quali non si capisce la provenienza.

Il Comitato per l’ambiente della Tiburtina, al quale abbiamo fornito pieno sostegno alle iniziative che vorrà intraprendere, ha avviato una ennesima campagna di sensibilizzazione che sta avendo buoni frutti, tanto che finalmente anche emittenti televisive nazionali hanno dedicato attenzione al problema (vedi il servizio di Rai1 ).

Riportiamo di seguito il testo dell’appello , con il quale prendere visione della situazione in maniera più approfondita e soprattutto per segnalare, con gli appositi moduli scaricabili, situazioni oggettive nelle quali si sono avvertiti odori sgradevoli oppure sono stati ravvisati problemi respiratori, alle mucose e/o purtroppo patologie più gravi comunque riconducibili alle emissioni della ex Engelhard. Per approfondimenti, raccomandiamo di visitare il completissimo sito del Comitato per l’ambiente.

Il Comune di Roma ha definito la BASF (ex Engelhard): Industria Chimica "Insalubre di 1° Classe"

L'Autorizzazione Sanitaria, rilasciata il 19 marzo 1996, ancora oggi valida, definisce la Engelhard (Basf) "Industria insalubre di 1° classe". Il testo unico delle Leggi Sanitarie riporta testualmente: "Le fabbriche che producono vapori, gas o altre esalazioni insalubri....devono essere isolate nelle campagne e tenute lontane dalle abitazioni". (Allegato file: autoriz_Com_Roma.pdf) oppure Clicca QUI

E' evidente che questa Legge, nel caso della BASF, non è rispettata. Ma attenzione! La BASF ha sempre asserito che “Per quanto riguarda la questione degli “odori” percepiti da alcuni residenti, desideriamo chiarire che BASF si farà parte attiva per sollecitare le autorità locali per rilevarne la provenienza e sollevare l’impianto da ogni dubbio in merito”. In pratica declina ogni responsabilità sugli "Odori" e quindi anche sulle emissioni. 

Dal momento che sul territorio non ci sono altri inceneritori oltre a quello della BASF, e che nessun Organo istituzionale si è reso mai disponibile a intervenire per verbalizzare i disagi denunciati dai cittadini, dobbiamo essere NOI Cittadini a darne testimonianza. Per fare questo abbiamo sostituito la precedente lettera sui cattivi odori con una nuova. D'ora in poi, tutte le volte che un cittadino sente cattivi odori o subisce irritazione agli occhi o alle vie respiratorie, può compilare la seguente lettera e inviarla per FAX ai destinatari:

 

1) FAC SIMILE lettera di segnalazione di cattivi odori formato .PDF (Allegato file: let_odori.PDF) oppure Clicca QUI

2) FAC SIMILE lettera di segnalazione di cattivi odori formato .DOC (Allegato file: let_odori.DOC) oppure Clicca QUI

3) FAC SIMILE lettera di segnalazione di cattivi odori per i lavoratori formato .DOC (Allegato file: let_odori.DOC) oppure Clicca QUI

 

ATTENZIONE! Le segnalazioni devono essere veritiere, perché la loro validità dipende dalla contemporanea rilevazione confermata da altri cittadini.

 

SAPPIATE che i numerosissimi FAX che sono arrivati e quelli che continuano ad arrivare al Comune, alla Provincia, alla ASL RMB  e al Ministero, stanno avendo un EFFETTO DIROMPENTE: hanno davvero richiamato l’attenzione sul problema che era completamente ignorato da buona parte dei funzionari pubblici.  

CONTINUIAMO COSI’

___________________________________________________________

CARTA ha pubblicato, venerdì 24 ottobre, un articolo molto interessante sulla BASF

Con tutti gli avvenimenti di questi ultimi giorni potrebbe passare inosservato. L’articolo è invece molto importante sia per i contenuti che per la rivista che lo ha pubblicato. Carta è un quotidiano e settimanale di tiratura limitata ma noto a certi livelli perché non ha peli sulla lingua ed è sempre dalla parte dei cittadini.

Leggete l’articolo della giornalista Anna Pacilli: 

 

La Basf non è più archiviata" di Anna Pacilli sul settimanale CARTA (pdf 242 kb)

 

CARTA aveva parlato di noi anche in occasione dell’apertura dell’asilo nido (Clicca QUI)

 

I COMITATI

ORARI DELLO SPORTELLO

DEL CITTADINO

Presso la casa delle Associazioni

"Lucio Conte"

Via Dameta - 18

APERTO IL

LUNEDI

MERCOLEDI

VENERDI

dalle 17:00 alle 19:00